AIGA: INAMMISSIBILI GLI ATTACCHI ALL’INDIPENDENZA DELL’AVVOCATO

L’Associazione Italiana Giovani Avvocati condivide l’apprensione espressa dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano con il comunicato del 23 maggio scorso per la grave vicenda che vede due Avvocati indagati dalla Procura di Milano per ricettazione.

L’Ufficio inquirente, nel corso delle indagini condotte per un noto caso di criminalità turca, ha chiesto al GIP l’adozione di misure cautelari interdittive nei confronti dei legali di soggetti indagati, assumendo che il pagamento dei compensi per la prestazione professionale potesse integrare il delitto di ricettazione.

La Procura ha rivelato pubblicamente, in apposita conferenza stampa, che l’indagine fosse estesa anche nei confronti dei due Colleghi difensori e che il GIP aveva rigettato la richiesta di misure cautelari nei loro confronti.

L’Aiga ritiene inammissibile questi – ormai troppo soventi – attacchi all’indipendenza dell’avvocato e all’inviolabilità della sua funzione difensiva.

Tale azione costituisce una pericolosa deriva, soprattutto in quanto, da come si apprende, i difensori erano stati fatti oggetto di intercettazioni e indebolisce, inevitabilmente, la figura e il ruolo dell’avvocato quale difensore e garante della libertà e dell’effettività della difesa.

L’Aiga – sostiene il Presidente avv. Carlo Foglieni “auspica che il rispetto di tale diritto, costituzionalmente previsto, possa essere massimamente garantito proprio dall’apparato giudiziario, ricordando come il diritto di difesa costituisca un caposaldo dello Stato Democratico che – come ricordato dal Ministro della Giustizia in occasione del Festival della Giustizia dell’Aiga– nella figura dell’Avvocato trova la sua massima espressione.

Roma, 24 Maggio 2024

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy