CASO ZUNCHEDDU: AIGA, LA GIUSTIZIA SIA SEMPRE IMPRONTATA AL PRINCIPIO DI NON COLPEVOLEZZA

La Corte d’appello di Roma ha assolto Beniamino Zuncheddu. Dopo quasi 33 anni di carcere, il pastore sardo, condannato all’ergastolo per la strage di Sinnai dell’8 gennaio 1991, è stato riconosciuto innocente nel processo di revisione terminato ieri. L’assoluzione giunge al termine del “nuovo” processo, instaurato con tenacia e determinazione dal difensore Avv. Mauro Trogu, giovane avvocato e Presidente della sezione Cagliaritana della Associazione Italiana Giovani Avvocati, che sin da subito si era convinto dell’estraneità del suo assistito, a fronte delle plurime contraddizioni probatorie poste a fondamento della sentenza di condanna. L’attività difensiva svolta merita un accorato plauso, concretamente integrando l’alto valore sociale e costituzionale della funzione dell’avvocatura, che quotidianamente si batte per garantire l’attuazione di un giusto processo. Tuttavia, la vicenda giudiziaria, conclusasi dopo 33 anni di ingiusta detenzione, evidenzia profondamente le gravi criticità da cui è afflitta la giustizia penale italiana e la frequente mancata applicazione delle stringenti regole processuali che disciplinano la formazione della prova e la valutazione delle dichiarazioni testimoniali. L’Aiga, pur evidenziando l’importanza dell’esito processuale raggiunto, ribadisce la necessità di una riflessione critica su come il sistema processuale penale, sempre più spesso attratto da rilievi mediatiche lo collocano al di fuori delle aule e da modelli probatori semplificati, debba essere improntato all’effettivo presidio dei canoni costituzionali di presunzione di non colpevolezza e giusto processo. Queste le parole dell’avv. Mauro Trogu: “questa sentenza é la plastica dimostrazione che lo studio e la perseveranza unitamente alla fiducia nella Magistratura e nelle Forze dell’Ordine alla lunga danno i loro frutti”.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy