Associazione Italiana Giovani Avvocati L’AIGA presente agli “Stati Generali dell’Esecuzione Penale”


Associazione Italiana Giovani Avvocati L’AIGA presente agli “Stati Generali dell’Esecuzione Penale”
- -


Scarica allegato

COMUNICATO STAMPA 19 aprile 2016
Associazione Italiana Giovani Avvocati
L’AIGA presente agli “Stati Generali dell’Esecuzione Penale”
Con grande soddisfazione l’Associazione Italiana Giovani Avvocati ha partecipato all’evento
conclusivo degli “Stati Generali dell’Esecuzione Penale”, tenutosi – nelle giornate di ieri e
di oggi – nella Sala Teatro “Piero Angerosa” della Casa Circondariale Roma Rebibbia
“Raffaele Cinotti”.
Nella prima sessione, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e
dopo i saluti del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Santi
Consolo, e del Capo del Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità, Francesco
Cascini, ha preso la parola il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, il quale ha
ricondotto l’inizio di quest’inedita iniziativa di elaborazione collettiva multidisciplinare ad
una semplice frase trovata scritta sui muri di una delle tante case circondariali visitate,
quando ancora si muovevano i primi passi per superare il problema del sovraffollamento:
“Il carcere è un ozio senza riposo, dove le cose facili sono rese difficili da cose inutili”.
Da queste parole, di così drammatica efficacia, è nato, secondo il Ministro Orlando, il
coraggio di guardare il sistema carcere più nel profondo, e si è sviluppato l’impegno di
riunire le migliori menti, esperte del settore, invitandole a dialogare con gli uomini e le
donne che vivono il carcere dall’interno e che nel carcere operano, ponendo quale unico
ed imprescindibile obiettivo, quello di ridare equilibrio ed equità alla pretesa punitiva dello
Stato; sviluppando, cioè, una nuova politica della pena e tenendo presente che ciò è
possibile solo a condizione che l’esecuzione non sia considerata più compito esclusivo
della giustizia, ma un’azione compartecipata dei territori e delle sue articolazioni.
All’esito di queste due giornate di riflessione, l’Associazione Italiana Giovani Avvocati
esprime gratitudine per i risultati raggiunti dal Governo italiano con l’iniziativa degli Stati
Generali dell’Esecuzione Penale, evidenziando l’importanza di una concreta svolta
nell’approccio del problema e sottolineando il coraggio di mettere mano, in modo
radicale, al tema dell’esecuzione penale, mediante riforme strutturali che porteranno, a
breve, all’adozione di una nuova legge sull’ordinamento penitenziario.

“Bisogna dare atto al ministro Orlando e a tutto lo staff del suo Ministero ” – afferma il Presidente
dell’AIGA, Michele Vaira – “che, numeri a parte (già di per sé significativi), ha posto in essere una
rivoluzione culturale che ha riportato al centro del dibattito non il vuoto slogan “certezza della pena”,
quasi sempre declinato quale viscerale desiderio di retribuzione, ma quello decisamente più utile, e
costituzionalmente legittimo, della “effettività rieducativa della pena” .
Il Presidente dell’AIGA esprime tuttavia il proprio rammarico per il ruolo impalpabile
avuto sinora dall’Avvocatura in questo campo, ove per contro “dovrebbe esserci un avvocato
pronto a replicare, in ogni sede e in ogni luogo, a chi bestemmia il vessillo della legalità per giustificare
un’esecuzione penale di pura repressione. A spiegare che in ogni detenuto c’è un cittadino con diritto che
nessuna colpa potrà mai dimenticare. Dovrebbe esserci un avvocato in ogni scuola, laddove si forma la
coscienza civile degli adolescenti, spesso esposti ad una visione iconica e riduttiva (in quanto parziale) del
mondo della Giustizia”; il presidente Vaira, rimane tuttavia certo che la Giovane Avvocatura,
ad onta delle difficoltà quotidiane, saprà continuare ad anteporre gli alti ideali agli interessi
di bottega, traendo ogni giorno entusiasmo dalla consapevolezza del proprio ruolo e dalla
necessità, con la formazione continua, di esserne sempre all’altezza.
Roma, 19 aprile 2016
Il Presidente
Michele Vaira

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy